A Villa di Moriolo ogni dettaglio ha una storia da raccontare. I segni più evidenti
contraddistinguono le pietre ed i mattoni datati 786 d.c. quando era solo la torre di
un forte militare noto come Castrum Moriori. Passarono secoli e dopo molte
trasformazioni la villa è stata accuratamente restaurata, offrendo quel gusto unico e
un mix di storia, paesaggio e stile di vita toscani …
Villa di Moriolo si trova all'interno di un castello secolare che domina le colline di
San Miniato, immersi nel cuore della Toscana tra Firenze e Pisa.
Durante il Medioevo, nel XIV secolo, acquisì importanza per la posizione strategica
da cui era possibile tenere d'occhio l'antica via per Volterra. Ciò diede origine a lotte
e battaglie di lunga data tra il borgo di San Miniato e la città di Pisa.

Finalmente, nel 1318, dopo una lunga trattativa, San Miniato prese l'avamposto di
Moriolo e distrusse il castello, di cui oggi possiamo ancora vedere la base della torre
principale.

Probabilmente il castello fu presto sostituito da un'enorme fattoria e la proprietà
passò alla famiglia Grifoni, come attestato nella Carta dei Capitani di Parte Guelfa
(1580-1595), i documenti cartografici toscani ufficiali del 16 ° secolo.

L'edificio passò poi nel 1751 alla rinomata famiglia fiorentina dei Pazzi, che lo
trasformò in una casa colonica di cui oggi possiamo vedere alcuni capitelli firmati
con il nome della nobile famiglia.